martedì 20 febbraio 2007

I giochi-che-non-finiscono

Come già scritto, il co-autore di questo blog è un gran giocherellone.
Ha iniziato a giocare poco dopo aver cominciato a respirare, e questo è tutto sommato abbastanza normale; meno normale il fatto che non abbia mai smesso, implacabile di fronte a tutti coloro che negli anni gli hanno suggerito di crescere (e sono tanti) e di dedicarsi a cose più serie - nella fattispecie, "cose più serie" = "ragazze", come se le due cose fossero mutualmente esclusive. Ipotesi che mi sono sempre sforzato di smentire, e credo di poter finalmente dire "c'ho ragione, e i fatti mi cosano (*)"... ma questa è un'altra storia!

Negli anni, pur mantenendo invariato l'amore per i giochi tutti - ancora adesso periodicamente trascino i miei amici in serate attorno ad un gioco da tavolo o di società - ho scoperto una vera e propria passione per una tipologia particolare, i giochi-che-non-finiscono. Un gioco-che-non-finisce si differenzia dagli altri per il fatto che nessuno "vince", in quanto o non sono previste condizioni di vittoria (come è tipico dei Giochi di Ruolo) oppure queste sono presenti sulla carta ma in realtà talmente remote e sostanzialmente irraggiungibili che un giocatore può serenamente non considerarle, e godersi il gioco senza stare a preoccuparsi per la sua fine (chi non ha idea di come questo sia possibile dovrebbe provare una partita a Risiko! con persone brave a giocarci... può diventare una gara di resistenza più che abilità).

Stare a pensare alla fine del gioco rovina il gioco stesso: lo sto vivendo da diversi mesi sul server 1 di Travian, e i segnali ci sono già nei primi 10 giorni di apertura del T3. E sono sinceramente convinto che questo concetto si possa applicare in tutti i campi dell'umano affaccendarsi: nel leggere un libro, nel giocare un'avventura su PC, in una storia d'amore...



(*) Paolo Cevoli, nei panni di Palmiro Cangini

7 commenti:

Gaia ha detto...

D'accordissimo su libri e giochi...sono meno sinceramente convinta che il ragionamento si possa applicare alle storie d'amore.
Ci si chiede talvolta "come andrà a finire?", ma non credo che si inizi una storia con l'ansia di vedere come finisce ^^

Davide ha detto...

E non credi nemmeno che l'ansia, oppure per usare un termine con meno accezioni negative l'impegno, focalizzati sul "come andrà a finire?" facciano più male che bene?

Io dico che è così... infatti, oltre che dei giochi sono un sostenitore delle storie-che-non-finiscono ^^







(ooops... forse questo non dovevo lasciarmelo sfuggire... :p)

Gaia ha detto...

certo che fa male l'ansia!
infatti secondo me se uno inizia una storia così non riesce mica a viverla serenamente.

(ps: tranquillo, so già di quale idea sei sostenitore ^^)

Anonimo ha detto...

Dunque dunquino... Sui giochi sono assolutamente d'accordo: io infatti ai giochi normali non partecipo mai perché poi quando perdo mi arrabbio! So che siete stupiti dalla mia posizione piena di maturità, quindi continuerò a dispensare perle di saggezza.
Di una storia non ci si chiede: "come andrà a finire?", o meglio l'unica risposta a questa domanda è: "finire? Che sciocchezza!" Sennò che storia d'amore è? ^^
Parlo ovviamente per le storie un po' serie.

Saretta

jaco ha detto...

Confesso che inizialmente travian mi ha preso parecchio, ci ho giocato incessantemente per almeno sei o sette mesi su S7.
Improvvisamente è però diventato monotono. Azioni sempre ripetitive, poca costruzione del gioco.
Adesso sono passato a WoW, con molta più soddisfazione.

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonimo ha detto...

[url=http://www.realcazinoz.com]casinos online[/url], also known as efficient casinos or Internet casinos, are online versions of received ("confrere and mortar") casinos. Online casinos order gamblers to valued up and wager on casino games from start to polish incorrect rub out the Internet.
Online casinos habitually happen on the trade odds and payback percentages that are comparable to land-based casinos. Some online casinos contend higher payback percentages during downheartedness automobile games, and some cope known payout enamour audits on their websites. Assuming that the online casino is using an aptly programmed indefinitely profuse generator, jot games like blackjack necessity an established congress edge. The payout come apart after these games are established past the rules of the game.
Uncountable online casinos tuck out or obtaining their software from companies like Microgaming, Realtime Gaming, Playtech, Supranational Regatta Technology and CryptoLogic Inc.