giovedì 9 agosto 2007

Scarpe rosse

Ricorderò sempre la primavera del 2006 come un periodo "up" della mia vita: incontri fortunati, aumenti di stipendio ed energia ai massimi livelli. Quei momenti in cui senti il destino dalla tua, e l'unica cosa che vuoi fare è seguirlo lasciandoti guidare dall'istinto e dal sesto senso.

Quei momenti in cui fai cose che normalmente ti sarebbero sembrate impensabili... dalle più piccole, come cambiare look, a quelle di portata ben più ampia, come andare a vivere da solo.

Nel mezzo ci sono le piccole fesserie, del tipo: entrare in un negozio di scarpe, provarne senza convinzione una o due paia, poi mentre la commessa sta cercando la misura giusta sentirsi chiamare da un paio che spicca in mezzo alla moltitudine, farsi portare un 43 da provare e uscire dal negozio neanche 3 minuti dopo e senza aver contrattato il prezzo. Con un paio di scarpe rosse nella borsa. Pensando all'ilarità che provocheranno nei colleghi quelle "scarpe rosse da bowling" ed ai commenti sulla propria bizzarria, ma sentendo dentro di sè che la scelta è giusta.

Ci è voluto più di un anno, ma alla fine ho scoperto di aver ragione io. A confermarmelo nientemeno che l'augusto Joseph Ratzinger, ovvero Papa Benedetto XVI, attraverso la classifica della rivista americana Esquire ripresa da La Stampa.

L'accessorio dell'anno, un anno prima... Monia, fammi i complimenti!