venerdì 1 giugno 2007

"Travaglio" notturno

No tranquilli...non sto per mettere al mondo un povero pargoletto (sarebbe un'inutile cattiveria nei suoi confronti :p)...però stamattina mi sono ricordata come ieri, prima di andare a dormire, mi erano venuti un po' di spunti interessanti da pubblicare su questo blog.
Forse ero in preda ad allucinazioni provocate dalla birra (difficile, visto che che ha annaffiato abbondanti dosi di pasta con salsiccia e rucola) oppure ero semplicemente affascinata dai discorsi di Roland Barthes sulla Fotografia, in La Camera chiara, che sto leggendo per un esame...
Fatto sta che vorrei interrogarmi su questo: come mai le mie migliori idee nascono di sera/notte? Perché la mia mente, che a quell'ora dovrebbe prepararsi a spegnere tutto per la quiete notturna, invece elabora più velocemente ed efficacemente che di giorno?
Perché ho proprio la sensazione che di sera le idee siano più chiare, più nitide?
E mi fa arrabbiare il fatto che il mattino dopo la chiarezza è ormai persa, come se il vento avesse spazzato via le tracce...infatti non ricordo nulla, come un sogno, che sono sicura di aver fatto, ma che non ricordo.
Ditemi voi: che io sia destinata in realtà a stare sveglia di notte per non lasciarmi sfuggire tutti i germogli delle nuove idee?
Spero proprio di no.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Leggendo il post, mi viene in mente la legge di Murphy o meglio il detto "chi non c'ha il pane, c'ha i denti"...
Anche a me talvolta capita, però una soluzione (non molto comoda a dire il vero) potrebbe essere di farsi degli appunti la notte... ;-)

sPunto

monia ha detto...

è normale, sai?!
prima di dormire, o meglio di entrare nella così detta fase di sonno profondo, abbiamo una fase di preparazione al sonno, detta fase 1,ma anche fase "creativa" .
è una fase in cui avviene un'attività pensiero-simile, cioè caratterizzata da associazioni non logiche di pensiero.
é qui che molti artisti hanno molte delle loro fulminanti idee creative!
la difficoltà, al di la della teoria, sta nella pratica: alzarsi e appuntare le idee! :)

Gaia ha detto...

ma io le cose me le segno! è solo che il giorno dopo sembrano meno brillanti, sbiadite... :(

monia ha detto...

hmmm...l'emozione creativa che caratterizza le idee in quel momento forse, da sveglia, è imbrigliata nella razionalità con cui filtri quello che hai immaginato!
fumati qlks, o fatti un cicchetto aèèena sveglia e poi ne riparliamo... ^^

monia ha detto...

"aèèena" voleva essere "appena" è stato un errore di battitura...chiedo scusa

la didona ha detto...

Non devi prendere appunti da rielaborare il giorno dopo...Devi alzarti e fare subito. La notte viene tutto meglio...Vieni anche tu nel club dell'"ecco perchè abbiamo sempre le occhiaie!!".

Davide ha detto...

Anche a me capita, talvolta, che alla sera sembrino colpi di genio e al mattino si rivelino colossali boiate... ho sempre avuto la tendenza a dare ragione all'impressione del mattino: se un'idea ha bisogno di essere sottoposta al giudizio di una mente annebbiata dal sonno (o, come dice Monia, di una mente soggetta ad attività pensiero-simile) per fregiarsi del titolo di "buona" evidentemente tanto buona non è! :P